Il mondo dei social nasce con l’obiettivo di condividere pubblicamente pensieri, valori e idee con amici ma soprattutto con sconosciuti che non conoscendoci personalmente imparano a farlo attraverso ciò che noi vogliamo mostrare. Ogni donna ama mostrare la propria bellezza evidenziando quasi esclusivamente i propri pregi e cercando di nascondere, almeno parzialmente, i possibili difetti del proprio corpo e della propria pelle. Come ogni strumento anche il social può diventare un’arma a doppio taglio soprattutto per chi, tra i vari utenti, non ha il giusto carattere o l’autostima necessaria per contrastare le pesanti critiche che spopolano ogni giorno sul web.

Silvia Tirado
Silvia Tirado

Silvia Tirado ha mostrato tutta la sua forza e maturità unendosi a quello che oggi viene definito con il termine di bodypositivity: la nota cantante ed influencer è infatti molto apprezzata su Instagram per la sua voce ma anche per un corpo atletico e sportivo che riceve spesso complimenti ed elogi da parte dei vari utenti. Silvia però non è immune da problematiche e si trova oggi ad affrontare un problema che già in passato era riuscita a superare, l’acne cistica. La 29enne ha infatti postato sui propri canali le foto del suo viso che, senza trucco, mostra l’evidente presenza di acne e brufoli che “macchiano” la sua pelle perfetta. Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da SILVIA TIRADO (@silviatirado__)

“In adolescenza non ho mai avuto problemi di brufoli,  la mia pelle è sempre stata perfetta ed ero una delle poche ragazze a non soffrire di acne giovanile. A 26 anni per la prima volta mi trovai a combattere questo problema, la presi male rifiutando qualsiasi contatto con il pubblico e cercando ogni cura possibile per risolvere il problema. Oggi a distanza di 3 anni mi ritrovo a combattere contro lo stesso problema ma lo faccio con più esperienza e maturità consapevole della mia forza e capace di accettare anche i miei difetti e le mie imperfezioni.” L’obiettivo di Silvia è quello di sensibilizzare le persone ad accettarsi, ad imparare a convivere con i propri difetti senza doversi necessariamente vergognare o nascondere dai problemi della vita.
“Nessuno di noi deve vergognarsi di se stesso, tutti abbiamo difetti, problemi e limiti caratteriali ed estetici ma siamo perfetti nelle nostre imperfezioni. Con gli anni e la maturità acquisita oggi parlo da donna e non più da ragazza, mi sono sentita in dovere di pubblicare questa foto per mostrare come anche noi “famose” siamo in realtà persone normalissime che ogni giorno ci troviamo ad affrontare i problemi più comuni con le stesse difficoltà di una qualsiasi altra persona.” La Body Positivity persegue l’obiettivo di amare, accettare e valorizzare il proprio corpo e soprattutto quello degli altri, messaggio che anche Silvia Tirado si è sentita di lanciare ai propri followers scatenando reazioni opposte tra chi ha, intelligentemente, recepito e condiviso il messaggio e chi, con la solita superficialità, lo ha interpretato come un gesto legato a moda e furbizia.
Ho ricevuto tantissimi messaggi dopo la pubblicazione della foto, alcuni mi hanno colpito per simpatia, altri mi hanno emozionato ed alcuni mi hanno fatto capire come i social siano ancora oggi uno strumento pericoloso che non dovrebbe essere accessibile a chi non ha la sensibilità giusta per utilizzarlo. Io non voglio condizionare nessuno, il mio obiettivo è quello di sensibilizzare tutti a convivere con i propri difetti: la pelle definisce chi sei cosi come la cellulite non fa di te una brutta ragazza, quando impareremo ad accettare il nostro corpo di conseguenza riusciremo a vivere meglio senza pregiudizi e malvagità”.

A cura di Dario De Fenu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *